Blog

Miglior aspirapolvere 2018

Ci sono così tante tipologie di aspirapolvere in commercio, che può essere difficile decidere quale sia la tipologia più adatta alle proprie esigenze. Questa guida vuole aiutarvi a capire come funzionano gli aspirapolvere, quali sono le tipologie disponibili e come trovare le caratteristiche più interessanti, per sfruttare al meglio l’apparecchio durante le pulizie della casa.

PRODOTTO DIMENSIONI PESO VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
27,1 x 73,9 x 15,4 cm 2,5 kg VEDI PREZZI
36 x 28 x 69 cm 7,5 kg VEDI PREZZI
26,1 x 49 x 34,7 cm 7,5 kg VEDI PREZZI
25 x 126,8 x 20,8 cm 2,3 kg VEDI PREZZI
34 x 39 x 52,5 cm 5,8 kg VEDI PREZZI
38,4 x 36,5 x 52,6 cm 7,5 kg VEDI PREZZI
25 x 25,5 x 119 cm 3,6 kg VEDI PREZZI
30,3 x 24,2 x 44,3 cm 6,3 kg VEDI PREZZI
47 x 22,6 x 30,6 cm 5 kg VEDI PREZZI
39 x 39 x 50 cm 7,7 kg VEDI PREZZI

Tipologie di aspirapolvere

Questo articolo ha come obiettivo quello di facilitarvi la scelta nell’acquisto del vostro miglior aspirapolvere principale per la casa. Per questo motivo, non ci soffermeremo sui modelli portatili, quelli per l’auto, i modelli con funzione Wet/Dry, ma semplicemente tra le due tipologie principali: l’aspirapolvere verticale e quello a traino.

aspirapolvere offertaIl modello a traino, è da sempre quello preferito dalla maggior parte delle nazioni europee, mentre quello verticale, è molto diffuso in USA e Gran Bretagna. Solitamente, l’aspirapolvere verticale è dotato di uno o due motori. Quelli a motore singolo, eseguono contemporaneamente due compiti, quello di far girare la spazzola e aspirare. Quelli con doppio motore, invece, si dividono i compiti. Il modello verticale, eccelle nella pulizia dei materiali sintetici, tappeti compresi. Di solito, dispongono anche di molti accessori aggiuntivi per ampliarne la versatilità, con tubi flessibili o rigidi e allungabili, per raggiungere i posti più difficili.

Tuttavia, sono gli aspirapolvere a traino quelli più versatili. Le prestazioni offerte sono eccellenti, sia su tappeti che su pavimenti duri. Dato che con questi modelli si manovra solo una scopa, i movimenti sono più rapidi e leggeri, mentre di tanto in tanto ci si tira dietro l’apparecchio. Inoltre, con l’aspirapolvere a traino, è più facile andare sotto al letto o ai mobili.

Con o senza sacco

Dopo il modello verticale o a traino, la differenza maggiore che può esserci tra i vari aspirapolvere, è la presenza o meno del sacchetto. Per la maggior parte delle persone, scegliere l’uno o l’altro modello è solo una questione di preferenza personale. Ma se nel vostro nucleo familiare, sono presenti soggetti allergici, oppure si presta molta attenzione alla qualità dell’aria in casa, allora l’aspirapolvere con sacco è l’opzione migliore. Non c’è nulla che non va nei modelli senza sacco. Il miglior aspirapolvere senza sacco esegue un lavoro eccellente. Ma coloro che soffrono di allergie, devono prendere in considerazione la polvere liberata quando puliscono il contenitore.

Non importa quale tipologia di aspirapolvere senza sacco scegliete, ognuna dispone di un contenitore che prima di essere riempito fino all’orlo va svuotato e l’operazione non può mai essere pulita al 100%. Il consiglio è quello di farlo quantomeno fuori casa, in modo da non spargere di nuovo nell’aria tutta la polvere raccolta con tanta fatica. Se le persone che soffrono di allergia alla polvere respirano questa nuvola tossica, possono appesantire il loro problema.

Inoltre, molti aspirapolvere senza sacco, utilizzano un sistema di filtraggio, composto da uno o più filtri, che nel migliore dei casi va pulito, oppure sostituito. Anche questa, è nella maggior parte dei casi un’operazione tutt’altro che pulita. È molto importante ricordare, che nei sistemi senza sacchetto, è praticamente impossibile creare un ambiente completamente vuoto, per cui è possibile che nei modelli non proprio professionali, la polvere fuoriesca da qualche perdita laterale.

Quale aspirapolvere comprare

quale aspirapolvere comprareIl prossimo passo, è quello di capire quale sia la superficie da pulire. Ci sono alcune zone che per essere pulite, richiedono l’aggancio di particolari accessori, si pensi ad esempio ai soffitti, alle tende, ai lampadari, ai ventilatori a soffitto, ecc. Se non prevedete di pulire solo il pavimento con il vostro nuovo aspirapolvere professionale, ma anche superfici “speciali”, allora dovreste prendere in considerazione anche i suoi accessori.

Nella maggior parte dei casi però, non dimentichiamo che un aspirapolvere viene acquistato principalmente per pulire i pavimenti. Se avete della scale in casa, consigliamo un aspirapolvere a traino. Il modello verticale, infatti, non è l’ideale per questo tipo di operazioni. E anche con gli accessori, tentare di pulire le scale è un’operazione scomoda. Si può fare, ma generalmente i risultati sono scarsi.

Se in casa non ci sono scale e avete molte fibre sintetiche da aspirare (tappeti e moquette), allora il modello verticale è senza ombra di dubbio il migliore. Tuttavia, le case moderne sono un mix di stile vintage e non. Questo porta ad avere in un solo ambiente anche più stili diversi e diverse superfici da pulire. In queste case, il modello a traino potrebbe essere quello ideale, per la sua grande versatilità. La tipologia di aspirapolvere da acquistare, dipende dalla propria abitazione, le superfici da pulire, la presenza di scale, tappeti e fibre sintetiche.

Aspirapolvere quale scegliere per i tappeti

La tipologia di aspirapolvere da acquistare dipende anche dalla quantità di “traffico” che c’è in casa e dalla presenza di più o meno tappeti. La maggior parte dei tappeti, vengono calpestati dalle persone che camminano in casa con scarpe che sono stati fuori tutto il giorno o da animali domestici. Se la vostra casa è piena di bambini e animali domestici, è molto probabile che avrete molti più tappeti in casa.

La maggior parte dei tappeti o delle moquette in casa hanno dei bordi taglienti, perché le persone ci camminano sopra con le scarpe e il terreno che portano da fuori, rende il loro aspetto sporco e consumato. Inoltre, molti tappeti sembrano più sporchi di quelli che in realtà sono, perché invece di riflettere la luce, l’assorbono. Per questo motivo, se in casa avete molti tappeti, è importante scegliere un aspirapolvere potente, ma che non rovini le fibre.

Se i tappeti sono a fibra sintetica, dovete scegliere un’aspirapolvere con spazzola rotante aggressiva. Queste sono le migliori per aspirare il terreno e lo sporco dalle fibre sintetiche, che sono generalmente quelle più dure e resistenti. Se al contrario, in casa avete tappeti delicati e a pelo lungo, dove generalmente non ci si passa sopra con le scarpe sporche, potete optare per un’aspirapolvere silenzioso e più delicato.

Considerazioni aggiuntive: le prestazioni

Se volete conoscere dell’aspirapolvere offerta e prezzi, potete controllare in giro per internet sui siti specializzati più famosi. Ma quando si tratta di valutare le prestazioni di un apparecchio, non si possono prendere in considerazione quelli di fascia economica. Nonostante la maggior parte dei produttori, tengano a specificare in bella vista i Watt o i Volt dei loro prodotti (a seconda del fatto che l’aspirapolvere sia con o senza filo), la potenza non è l’unico fattore da prendere in considerazione per valutare le prestazioni di un prodotto.

aspirapolvere prezziSpesso e volentieri, infatti, la “potenze” viene confusa con le “prestazioni”. Questo è almeno quello che ci hanno sempre voluto far credere. I Watt ed i Volt ci dicono quanta potenza elettrica consumano gli apparecchi per mettere in funzione i loro motori, e non si riferiscono alla forza di aspirazione. Infatti, la potenza del motore, non interessa più di tanti in termini di efficacia di un’aspirapolvere. Un motore da 10 Volt, può creare comunque una potenza di aspirazione maggiore di un motore da 12 Volt.

Non sempre i produttori specificano la potenza di aspirazione dei loro prodotti (forse perché alcuni non ne vanno certamente fieri!). Per verificare questo dato, nella maggior parte dei casi è necessario controllare la scheda tecnica del prodotto e cercare il valore seguito dalle lettere AW. Più è alto questo valore e meglio è. A volte la potenza di aspirazione è rappresentata anche da un numero seguito dalle lettere Pa o CFM.

Sistema di filtraggio

Un elemento molto importante, ma che a volte viene trascurato, che influenza anche l’efficacia di un aspirapolvere, è il proprio sistema di filtraggio. Un aspirapolvere economico, non è efficace solo perché poco potente, ma lo è perché il suo sistema di filtraggio è poco efficiente. In pratica, se i filtri non fanno il loro dovere, la polvere che raccogliete da sotto, la sparate nuovamente in aria. Questo significa che il lavoro svolto e la corrente consumata, sono un totale spreco di forse e denaro.

Se mentre passate l’aspirapolvere sentite puzza di bruciato, significa che qualcosa non va. Questa puzza, non proviene nella maggior parte dei casi da un motore rotto, bensì dalla polvere che passando nei pressi del motore, che è molto caldo, brucia e che noi respiriamo quando fuoriesce dalle bocchette dell’aria di uscita.

Il sistema di filtraggio HEPA è il migliore del mondo. Tuttavia, anche i filtri HEPA non sono tutti uguali. Inoltre, molti produttori, per abbassare i costi dei loro aspirapolvere, usano alcuni mezzetti di marketing che possono creare confusione nel cliente, come frasi del tipo “come il sistema HEPA”, “qualità HEPA” o altro ancora. Prima di acquistare un aspirapolvere, verificate la presenza del “certificato HEPA”.

Aspirapolvere prezzi e offerte

Ma quanto bisogna spendere per portarsi a casa un buon aspirapolvere? Generalmente, un prodotto di fascia intermedia, supera i cento euro. Se volete un confronto aspirapolvere, in giro per internet ne trovate a decine. Il nostro scopo però, non è quello di dirvi: “compra questo aspirapolvere, perché è migliore di quell’altra”.

Il nostro reale scopo, è quello di guidarvi nella scelta del vostro prodotto ideale, senza suggerirvi un bel nulla ma solo dandovi qualche indicazione. Scegliete un budget, che deve essere superiore ai 150 euro per un prodotto di fascia medio-alta e poi acquistate il miglior aspirapolvere che vi potete permettere. Siamo certi che non ve ne pentirete.