Blog

Miglior aspirapolvere portatile 2018

Non importa che si tratti di cereali sul pavimento, pietrisco nell’auto o segatura in officina, il proprietario di un’abitazione o di un’attività commerciale, dovrebbe sempre avere a propria disposizione un’aspirapolvere portatile. Perché essere costretti a tirare fuori l’ingombrante aspirapolvere verticale o peggio ancora a traino, quando potete risolvere questi piccoli problemi quotidiano con un mini aspirapolvere portatile, leggero e facile da usare?

PRODOTTO DIMENSIONI PESO VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
30 x 16 x 25 cm 2,8 kg VEDI PREZZI
20 x 20 x 20 cm 1,6 kg VEDI PREZZI
430 x 170 x 132 cm 1,6 kg VEDI PREZZI
42 x 12,8 x 12,3 cm 1,1 kg VEDI PREZZI
430 x 170 x 132 cm 1,5 kg VEDI PREZZI
42 x 12,8 x 12,3 cm 1,1 kg VEDI PREZZI
11,5 x 12 x 40 cm 2,6 kg VEDI PREZZI
11 x 36 x 18,5 cm 1,9 kg VEDI PREZZI
11 x 36 x 18,5 cm 1,7 kg VEDI PREZZI
42 x 12,8 x 12,3 cm 1,1 kg VEDI PREZZI

In commercio esistono moltissimi modelli di aspirapolvere portatili, ognuno con le proprie caratteristiche, funzioni ed accessori. Scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, non sembra affatto un compito semplice, ed è per questo che abbiamo scritto questa guida!

Per chi è adatto?

aspirapolvere piccoloIl bambino ha fatto cadere sul pavimento della cucina la busta delle patatine. La moglie ha trovato sul divano di casa un sacco di briciole. Il papà deve pulire i sedili dell’auto dopo un lungo viaggio. Ognuno può trarre beneficio da un aspirapolvere piccolo e portatile in queste situazioni.

Gli aspirapolvere verticali sono l’ideale per pulire grandi superfici e i pavimenti di un’officina, ma non sono altrettanto pratici quando si tratta di pulire piccole aree, magari strette. Questi posti sono molto più comodi da raggiungere con un aspirapolvere portatile, che a volte sono progettati non solo per eliminare lo sporco secco, ma anche quello umido e bagnato.

Versatilità e portabilità sono due motivi importanti per cui ognuno dovrebbe scegliere di portarsi a casa questo prodotto per la pulizie. Ma quando andrete in un negozio per scegliere il vostro modello preferito, dovrete rispondere a molte domande, come: Con o senza filo? Per il secco o anche per il bagnato? E quanto dovrei spendere per acquistare il mini aspirapolvere potente e portatile?

Con o senza filo

Sia i modelli con filo che quelli senza, offrono diversi vantaggi. Non esiste un modello migliore di un altro, ma bisogna scegliere semplicemente in base alle proprie preferenze. Se state pensando di acquistare un aspirapolvere portatile con filo, assicuratevi di avere a portata di apparecchio le prese della corrente o che possa essere utilizzato anche con la 12 V per pulire i sedili dell’auto. Meglio ancora, se il filo è abbastanza lungo.

Vantaggi del modello con filo

  • Solitamente, i modelli con filo hanno una potenza di aspirazione maggiore, poiché alimentati direttamente con la 220 V.
  • Generalmente, la potenza è maggiore rispetto ai modelli senza filo.
  • Sono l’ideale per le pulizie più noiose, come la pulizia in officina, dove è necessaria una buona manovrabilità, ma soprattutto una maggiore potenza.
  • I modelli senza filo di qualche tempo fa, perdevano malamente il confronto in termini di potenza e avevano batterie che duravano poco e ci mettevano molto per caricarsi. Quelli più moderni e costosi, vanno già molto meglio.

Vantaggi del modello senza filo

  • Sono comodi e portatili, utili soprattutto per i lavoretti di pulizia più piccoli e veloci.
  • Sono l’ideale per l’auto, i camper e le barche.
  • Le batterie più moderne, sono più potenti.
  • I modelli di fascia alta, possono essere utilizzati fino a 30-40 minuti ininterrottamente.

Ovviamente, entrambi i modelli presentano qualche svantaggio. Alcuni modelli di fascia medio-bassa e senza filo, presentano problemi in termini di prestazioni e durata della batteria. Mentre quelli con filo, possono avere talvolta cavi molto corti e solo per l’alimentazione tramite accendisigari.

Aspirapolvere per sporco secco/secco-umido

mini aspirapolvereUn normale aspirapolvere portatile, è l’ideale per rimuovere gomitoli di polvere o piccoli frammenti di pietre o altri prodotti secchi. Ma ci sono volte in cui è necessario raccogliere non solo sporco secco. Se il bambino ha fatto cadere la ciotola con latte e cereali, allora avete a che fare sia con sporco solido che liquido. In questo caso avete due possibilità: il vecchio metodo con lo straccio e il secchio, aspirare il tutto con un mini aspirapolvere per secco e umido.

Ma quali sono le caratteristiche di questo apparecchio? Innanzitutto, è molto più versatile, poiché oltre ai rifiuti solidi, può aspirare anche quelli liquidi (pensate al pavimento dell’auto dopo una giornata di pioggia). La maggior parte di questi modelli però, non dispone di una potenza di aspirazione pari o superiore a quella del mini aspirapolvere per soli rifiuti solidi. Infine, è necessario svuotarli ogni volta dopo l’uso, per evitare la formazione di muffa. Per tutte queste sue funzioni e caratteristiche, sono generalmente anche più costosi.

Fattori che influenzano la facilità d’uso

Forse avete già di acquistare il miglior aspirapolvere portatile per le vostre esigenze, scegliendo tra il modello con o senza filo, che può raccogliere rifiuti solido o anche liquidi. E a parte tutto, siete ancora convinti che in generale, gli aspirapolvere portatili sono tutti più o meno gli stessi.

Nonostante alcuni modelli condividano un design molto simile tra di loro, le vere differenze le fanno le loro caratteristiche, che influenzano la “facilità d’uso” dell’apparecchio. Per cui vi invitiamo a prendere in considerazione peso, accessori e dimensioni del serbatoio, prima di effettuare il vostro acquisto.

  • mini aspirapolvere potentePeso: al fine di generare potenza e prestazioni ottimali, la maggior parte degli aspirapolvere portatili, includono pacchi batteria piuttosto pesanti. Per cui, avere un aspirapolvere senza fili più potente, significa anche dover gestire un apparecchio più pesante. A pieno carico, modelli senza filo, possono arrivare a pesare anche più di 2 kg. Questo si traduce in una maggior fatica per il braccio durante le pulizie. La chiave è trovare un modello che non sacrifichi la potenza, nonostante la sua leggerezza. Se per qualsiasi motivo non riuscite a trovare un mini aspirapolvere leggero, consigliamo di optare per un modello che sentite equilibrato tra le vostre mani.
  • Accessori: un aspirapolvere portatile entry-level, include semplicemente una bocchetta di aspirazione mono-direzionale. Il miglior aspirapolvere portatile, ossia quelli più avanzati, dispongono di molti più accessori, come tubi e bocchette allungabili, che vi consentono di raggiungere i punti più difficili. La scelta sta a voi e com’è facilmente immaginabile, più sarete disposti a spendere e maggiore sarà il numero di accessori che vi potrete portare a casa.
  • Dimensioni del serbatoio: la prima generazione di aspirapolvere portatili, aveva un serbatoio di piccole dimensioni, che doveva essere svuotato frequentemente. Oggi sono più capienti e richiedono una minore manutenzione. La chiave è scegliere quello delle dimensioni ideali per le vostre esigenze, non troppo piccolo, ma nemmeno troppo grande ed ingombrante.