Blog

Pagina principale

Guida all’acquisto di un’aspirapolvere

Un’aspirapolvere è l’ideale per eseguire le pulizie di casa in modo più veloce, efficace e con meno fatica. In commercio ne troviamo moltissime tipologie e scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, non è così semplice come si potrebbe pensare. Il suo principio di funzionamento è abbastanza semplice. Il tutto, funziona grazie ad un motore, il quale mette in moto una ventola, che crea il risucchio girando ad alta velocità, aspirando tutto lo sporco e la polvere dalla bocchetta di aspirazione. A seconda delle proprie esigenze, è possibile scegliere tra i seguenti modelli:

  • Aspirapolvere a traino
  • Scopa elettrica
  • Robot aspirapolvere
  • Robot lavapavimenti con funzione di aspirazione

A seconda della tipologia di aspirapolvere scelto, possiamo avere modelli con o senza sacco. Con filtro dell’acqua o con scarico a terra. Essenzialmente, con un aspirapolvere, si possono aspirare elementi solidi e secchi. Tuttavia, con i modelli ad acqua, è possibile tirare su anche i liquidi.

Quale pavimento bisogna pulire?

Con la maggior parte degli aspirapolvere, è possibile pulire una gran varietà di pavimenti, anche se ci sono in commercio modelli specifici. In genere comunque, possiamo affermare che con un prodotto standard, si possono aspirare tutte le tipologie di pavimento, da quello duro alla moquette, dal marmo al parquet. Ovviamente, se avete pavimenti delicati, che non volete graffiare, una delle caratteristiche principali a cui dovete prestare maggiore attenzione, è la presenza di ruote gommate, che non graffiano le superfici. Con un aspirapolvere tradizionale, si possono pulire anche mobili e tendaggi, tuttavia, per eseguire tali operazioni, è necessario avere un prodotto che possa regolare la potenza al minimo. Con questo apparecchio, di cui ormai nessuna casalinga può fare più a meno, si possono pulire anche tappeti, cuscini, tappezzerie, poltrone e divani. In questi casi, si consigliano accessori appositi e una potenza di aspirazione intermedia.

Chi deve pulire?

Oggi come oggi, anche la casalinga ha così tante cose da fare, che dedicarsi alle pulizie di casa diventa difficile. Se si può avere una mano in più, che faccia tutto in automatico, tanto di guadagnato. A questo proposito, possono tornare molto utili i robot aspirapolvere. Questi apparecchi dalla forma discoidale e futuristica, sono famosi per i loro prezzi elevati, ma anche per il fatto di poter essere avviati e attendere che abbiano svolto il proprio lavoro fino alla fine, senza nessun aiuto da parte nostra. L’unica cosa che ancora frena la diffusione dei robot aspirapolvere è senza ombra di dubbio il prezzo. Purtroppo, per ottenere un apparecchio davvero efficace, è necessario spendere più di 300 euro, mentre quelli di fascia economica lasciano il tempo che trovano. Per fare meno fatica però, è possibile acquistare anche robot lavapavimenti con funzione di aspirazione. Ci sono sia quelli automatici (dal costo molto elevato), che le normali scope elettriche. Con questi apparecchi, è possibile svolgere due operazioni con una sola passata. Infatti, mentre da un lato aspirano, dall’altro lavano. Possono lavare sia a secco che in umido, utilizzando un apposito contenitore per l’acqua. Alcuni modelli infine, consentono anche l’utilizzo di qualche goccia di detersivo per una pulizia maggiore.